headerphoto

La scrittura autobiografica

"È un atto di fede lo scrivere, e come ogni fede, di fedeltà. Lo scrivere richiede fedeltà prima di ogni altra cosa:essere fedeli a ciò che chiede di essere tratto fuori dal silenzio".  (Maria Zambrano)

Nella vita quotidiana molte sono le occasioni che ci portano a scrivere: da un sms col cellulare a una email col computer, dalla comune lista della spesa a un protocollo di lavoro,  da un post-it per promemoria a un'annotazione in agenda, da una prescrizione a una pagina di diario.

Nella forma della scrittura autobiografica o riflessiva, il "raccontarsi in prima persona può essere un gioco felice, un esperienza inusuale che cura, una avventura dai molti significati" (D. Demetrio).

Da diversi anni, all'ambito formativo italiano, viene proposto l'utilizzo della scrittura riflessiva. Intraprendere questo "viaggio formativo" è una occasione per fermarsi e ripensare a ciò che abbiamo vissuto, per cercare un senso, per non lasciarsi semplicemente fluire nei gesti della quotidianità, ma cercare il bandolo della propria vita e dei propri progetti.

La scrittura autobiografica, dunque, quale "luogo interiore di benessere e di cura" (D. Demetrio): grazie ad essa ciascuno pazientemente scava, ritrova, custodisce, lascia decantare, intesse, filtra e ricuce continuamente il senso dell'esistenza. Attraverso questa pratica è possibile avvicinarsi a sé stessi appropriandosi delle tonalità del proprio paesaggio interiore.

L'accostamento della scrittura riflessiva alla Biodanza favorisce un potenziamento reciproco delle due metodologie.
La sinergia consente, infatti,  di agire non solo sulla dimensione corporea, emotiva, relazionale, ma anche su quella di senso. Se Biodanza permette alle persone, nell'interazione con gli altri, di contattare il proprio sentire risvegliando la corporeità, la scrittura fa sì che ciascuno possa dare un nome al proprio vissuto e descriverne qualità e intensità.



Scrittura autobiografica - Obiettivi >


Novità!

26-27 Maggio 2018 - Palazzago (BG)



Nuovo progetto di Biodanza per i bambini della Scuola Primaria Marconi di Brescia (Sant'Eufemia). Aprile-Giugno 2018.



AIPOB propone un incontro vivenciale, aperto a tutti, al Centro sportivo Saini di Milano.


Pagina 1 di 6  >